Adorazione del Bambino
Adorazione dei Magi

Vannucci Pietro detto Perugino
Adorazione del Bambino<br/>Adorazione dei Magi

La cappella dei Magi è la seconda lungo la parete destra della navata. Nella chiave dell’arco è lo stemma della famiglia Valenti che ne ottenne il patronato nel 1679. È interamente decorata ad affresco da Pietro Vannucci detto il Perugino che firma il dipinto alla base del trono in lettere capitali PETRUS. DE. CASTRO. PLEBIS. PINXIT, mentre, nel prato sottostante, lascia un’invocazione alla Vergine: TU SOLA IN TERRIS GENITRIX ET VIRGO FUISTI/ REGINA IN CELIS. TU QUOQUE SOLA MANES. Al centro è rappresentata l'Adorazione dei Magi, nei fianchi i Santi Pietro e Paolo, nei due tondi dell'arco l'Annunciazione. Nel quadro principale Perugino si affida a modelli già sperimentati altrove, ad esempio nell'Adorazione di Città della Pieve, ma qui l’artista colloca i personaggi all’interno di una cornice all’antica sfruttandone la parte architettonica per ottenere l’illusione di un arco di trionfo. Probabilmente, questa variazione è dovuta a quanto aveva potuto osservare dal giovane Raffaello, suo allievo, nel suo periodo umbro. Nell'archivio notarile di Trevi (to. 304, rog. Valerio Semif. 191) si conserva un contratto di compravendita stipulato il 16 dicembre 1521 nella chiesa delle lacrime dove come testimone compare Pietro Perugino " pictor indicta ecclesiasanctae mariae lagrimarum". Ciò dimostra che l'artista era a Città della Pieve al momento dell'atto e permette, così, di datare gli affreschi.

Santuario della Madonna delle Lacrime Trevi PG Italia >>